Un corso d’accompagnamento alla nascita prevede, come dice la stessa parola, accompagnare la gestante in tutto il suo percorso fino alla nascita del suo bambino e oltre, quindi puerperio, allattamento e accompagnamento psicologico.

A volte si pensa che alla donna basti ricevere solo informazioni riguardanti il parto ma spesso, invece, creano solo confusione e senso di inadeguatezza. Ma quello che disturba di più è considerare la donna come un sacco da riempire di informazioni inutili, una “gallina dalle uova d’oro”, e il nascituro un futuro consumatore che farà girare l’economia.

Un corso d’accompagnamento alla nascita rispettoso della donna deve attenzionare seriamente le sue necessità  reali, rassicurarla di avere dentro di se tutto quello che le serve, coinvolgere il futuro papà e la famiglia tutta, compresi i nonni che saranno le figure che si accosteranno all’evento con maggiore timore.

Importante è preparare la coppia a diventare famiglia considerando l’aspetto psicologico per gestire al meglio la complessità di un fratellino o sorellina già presenti.

E’ importante sensibilizzare la coppia al contatto con il proprio figlio diffidando dai vari surrogati che invitano a non tenere il bimbo in braccio delegando altre persone o attrezzi vari e proponendo in maniera subdola l’allattamento artificiale.

Questi temi da sviluppare non possono essere affrontati, per la loro complessità in un corso di poche ore, o in uno o in due incontri, ma necessitano di un tempo adeguato, rimanendo a disposizione della donna fino a quando lei lo riterrà necessario.

La donna in gravidanza è fragile e va rispettata e supportata, ma nello stesso tempo è una donna forte e teniamo conto sempre della sua sacralità perché il figlio che ha in grembo saprà donarlo alla società e quindi ad ognuno di noi.

Dott. Maria Blandino ~ Ostetrica
Per concordare un appuntamento chiamare il
333 723 4657
Oppure inviare una mail con cognome e nome, richiesta specifica, giorni ed orari disponibili all'indirizzo:

Commenti

commenti